scuola di archivistica, paleografia e diplomatica

Presso l'Archivio di Stato di Roma è istituita, la Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica, ai sensi del D.P.R. 30 settembre 1963, n. 1409.


Referente per informazioni
Laura Petrini: tel.06 68190822 fax 06 68190871

posta elettronica istituzionale: as-rm@beniculturali.it

I corsi di archivistica, paleografia e diplomatica hanno durata biennale e le tre materie possono, a loro volta, essere suddivise in più insegnamenti: per esempio l'archivistica si divide in "archivistica generale", comprendente la dottrina archivistica, la legislazione, la storia degli archivi e dell'archivistica, l'archiveconomia, e in "archivistica speciale", o storia delle istituzioni (condotta sulla base dei loro fondi documentari) di una determinata regione o territorio. In genere la scelta di quest'ultimo cade su quello in cui ha sede la Scuola.

Parimenti la diplomatica può suddividersi in diplomatica generale e speciale, quest'ultima consistendo nello studio dei documenti prodotti da qualche specifica autorità (papa, imperatore, comuni, etc.).

Alle materie fondamentali vengono frequentemente affiancate, secondo i calendari mensili che sono a tempo debito distribuiti, nozioni di altre materie (araldica, numismatica, sfragistica, informatica applicata agli archivi, metrologia, codicologia, bibliografia, biblioteconomia, sigillografia etc. ).
Le discipline insegnate nella scuola annessa all'Archivio di Stato di Roma cercano di rispondere alle esigenze connesse non solo alla conservazione degli archivi storici, ma anche alla produzione degli archivi contemporanei.

Modalità d'accesso

(Leggi Avviso valido per il biennio 2013-15)

Titolo richiesto è il Diploma di scuola media superiore.
A partire dal biennio 2011-2013, il numero massimo degli allievi è fissato a 30 (senza limiti di età), fermo restando che gli archivisti di area Cin servizio presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali sono ammessi di diritto alla Scuola. Questi ultimi dovranno allegare alla domanda di iscrizione una dichiarazione dell’Ufficio al quale appartengono, in cui si attestano qualifica, livello e funzioni dell’interessato.

Nel caso in cui le domande di iscrizione superino il numero di 30, sarà effettuata una selezione tramite una prova da svolgersi secondo i seguenti criteri:
1) prova di cultura storica consistente in 5 domande sulla Storia d’Italia dal medioevo ai giorni nostri e sulla Storia del diritto italiano, a risposta aperta (max 10 righe);
2) traduzione dal latino di un documento medievale redatto tra XII e XV secolo. Durante la prova è consentito l’uso di dizionari.
La data della prova di ammissione sarà pubblicata sul sito dell’Archivio di Stato di Roma.

La durata delle prove è fissata complessivamente in 3 ore e per la versione del latino è consentito l'uso del vocabolario.
La Commissione esaminatrice è composta dal Direttore dell’Archivio di Stato di Roma e da due membri scelti tra i docenti della Scuola.

Valutazione delle prove

Per la prova di cultura storica saranno attribuiti ad ogni risposta da 0 a 6 punti per un totale massimo di 30 punti; alla traduzione verrà assegnato un punteggio da 0 a 30.
In entrambe le prove la sufficienza si intende raggiunta con un punteggio di 18/30. Sono ammessi al corso i primi 30 classificati in base alla votazione complessiva data dalla media dei voti delle due prove sostenute.
A parità di punteggio si applicano i criteri previsti in materia di pubblici concorsi dalla normativa vigente (D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487).
Gli idonei non ammessi potranno accedere alla Scuola nel caso si liberassero posti in tempo utile.
In caso di ammissione è necessario regolarizzare l’iscrizione consegnando una marca da bollo da € 14,62 e due fotografie formato tessera entro il giorno di inizio dei corsi presso la Segreteria della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Roma – Corso del Rinascimento,40 -00186 Roma.

Iscrizione al 1^anno 

Per le iscrizioni al I° anno del corso di Archivistica, Paleografia e Diplomatica per il biennio 2013-2015 dovranno pervenire alla segreteria della scuola entro il 15 settembre 2013, a mezzo posta:

* una domanda in carta semplice, allegando fotocopia autenticata o certificato di diploma di scuola media superiore ovvero autocertificandone il possesso con il modulo di autocertificazione (entrambi i moduli sono a disposizione presso la segreteria della Scuola o scaricabili direttamente da questo sito in formato pdf);
* un curriculum vitae, dal quale emergano gli studi fatti e le eventuali esperienze lavorative nell'ambito dei beni culturali.

Iscrizione al II°anno

Gli allievi che hanno frequentato il I anno dovranno far pervenire alla segreteria della Scuola entro il 30 giugno 2012 una domanda di iscrizione al 2° anno, in carta legale da €. 16.00
Non sono ammessi al secondo anno coloro che non abbiano frequentato, a norma di regolamento, almeno i 2/3 delle ore previste di ciascun insegnamento
Nel caso si rendessero disponibili dei posti, potranno essere ammessi direttamente al II anno allievi esterni, in possesso dei necessari requisiti:
- frequenza del I anno in altra scuola dell’Amministrazione archivistica;
- diploma conseguito presso una delle scuole di archivistica, paleografia e diplomatica equiparate a quelle degli Archivi di Stato;
- superamento degli esami di archivistica, paleografia e diplomatica presso una Università italiana.

Testi consigliati per la prova di cultura storica

Un manuale di storia per i licei a scelta e un testo di storia del diritto a scelta fra i seguenti:
- A. Padoa-Schioppa, Storia del diritto in Europa: dal Medioevo all'età contemporanea, Bologna, Il Mulino, [2007];
- A. Cavanna, Storia del diritto moderno in Europa: le fonti e il pensiero giuridico. Milano, A. Giuffrè, 2005;
- A. Marongiu, Storia del diritto italiano, Milano, Goliardica, 1977.

Svolgimento delle lezioni

Le lezioni si terranno, di norma, il giovedì dalle ore 9.15 alle ore 13.30 e dalle ore 14.30 alle ore 16.30, ed il venerdì dalle ore 9.15 alle ore 13.30. Tuttavia nel corso dell'anno accademico le lezioni potranno tenersi, dietro tempestivo avviso, in giorni diversi da quelli prefissati.
All'inizio delle lezioni di ogni materia - ai fini della valutazione della frequenza - gli allievi sono tenuti a firmare il foglio di presenza predisposto dalla segreteria.
L'acquisto dei libri di testo é a carico degli iscritti.
La biblioteca della Scuola e quella dell'Archivio di Stato sono consultabili previo accordo con i docenti.

Testi consigliati per la prova di cultura storica

Un manuale di storia per i licei a scelta e un testo di storia del diritto a scelta fra i seguenti:
- A. Padoa-Schioppa, Storia del diritto in Europa: dal Medioevo all'età contemporanea, Bologna, Il Mulino, [2007];
- A. Cavanna, Storia del diritto moderno in Europa: le fonti e il pensiero giuridico. Milano, A. Giuffrè, 2005;
- A. Marongiu, Storia del diritto italiano, Milano, Goliardica, 1977.

Esami finali di diploma

Gli esami finali, cui sono ammessi gli allievi che hanno seguito almeno i 2/3 di ciascun insegnamento, si svolgono in un unico appello al termine del secondo anno di corso entro il mese di giugno.

Per l'ammissione agli esami è necessario presentare un'apposita domanda redatta su carta legale.

Gli esami finali si articolano in due prove scritte e un colloquio orale. Le prove scritte consistono in una trascrizione paleografica con commento diplomatico di un documento in lingua latina ed in un tema di archivistica. La prova orale consiste nell'esame e nella discussione di quesiti attinenti gli insegnamenti del corso.

La votazione minima necessaria per il conseguimento del diploma è di 105 su 150 (da 30 a 50 punti per ciascuna delle prove scritte, con una votazione media di 35, da 35 a 50 punti per l'orale).

La commissione di esame è presieduta dal direttore dell'Archivio di Stato - che è anche direttore della Scuola - ed è formata da un docente interno, un delegato ministeriale e un docente universitario o un dirigente delle biblioteche pubbliche statali.

Titolo rilasciato

Dopo il superamento dell'esame finale viene redatta una graduatoria di merito, resa pubblica dopo l'approvazione ministeriale. Quindi viene rilasciato il "Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica" previsto dall'art. 14 del D.P.R. 30 Settembre 1963 n° 1409.

Per ottenere il diploma originale è necessario presentare alla direzione della scuola una domanda in carta legale (carta semplice per i dipendenti del Ministero per i Beni e attività culturali). I diplomi originali sono consegnati agli aventi diritto dopo il completamento del procedimento amministrativo successivo alla sessione.Il diploma costituisce titolo, ai sensi del citato D.P.R. n° 1409, per assumere la direzione delle Sezioni separate d'archivio delle regioni, delle province, dei comuni capoluogo di provincia, nonché degli archivi di enti pubblici in generale di cui sia stato riconosciuto con decreto ministeriale il particolare interesse storico .