Arte, architettura e decorazione nelle carte dei Notai romani (1582-1888)

15/11/2018

Sede di S. Ivo alla Sapienza - Sala Alessandrina

Il 29 novembre 2018, alle ore 16.30, verrà presentato il volume Arte, architettura e decorazione nelle carte dei Notai romani (1582-1888).

Il volume raccoglie un corposo repertorio dei circa 2.000 elaborati grafici, in gran parte inediti, rintracciati nei volumi dei Notai Capitolini conservati all’Archivio di Stato di Roma, redatti tra la fine del Cinquecento e la seconda metà dell’Ottocento da artisti, artigiani, architetti, agrimensori per corredare contratti di commissione, di vendita, di locazione, patti e convenzioni stipulati fra le parti e relativi al territorio della capitale dello stato pontificio e del suo distretto. Uno spaccato della città, dei suoi abitanti e delle loro attività, delle case, dei palazzi, delle chiese e delle loro trasformazioni nel tempo, dei progetti di opere di arte e decorazione, emerge a tutto tondo dagli atti notarili e dalle immagini rappresentate negli allegati iconografici che li accompagnano.

La schedatura è stata realizzata nel corso di diversi anni da un folto gruppo di lavoro (R. Brumat, M. Cavietti, F. Curti, S. Piersanti) coordinato da Orietta Verdi. Un’attenzione particolare è stata dedicata, attraverso dieci saggi di studiosi di diverse discipline (F. Bilancia, S. Carbonara, M. Cavietti, F. Curti, A.

Gauvain, S. Passigli, L. Sickel, M. Tassinari, O. Verdi), a disegni e bozzetti inediti di artisti e artigiani per opere commissionate prevalentemente da confraternite e corporazioni per le chiese del proprio sodalizio, senza trascurare piante e rilievi di terreni e case poste sia entro che fuori le mura di Roma realizzati da architetti e agrimensori.

Orietta Verdi, già vicedirettore dell’Archivio di Stato di Roma e docente di diplomatica del documento notarile medievale presso la Scuola di Archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio stesso, è Archivista storica e dal 2005 si è dedicata alla ricerca sulle fonti notarili romane, dopo decenni di studi sulla magistratura capitolina di edifici e strade. È autrice di saggi e volumi sulla storia edilizia di Roma tra XV e XVI secolo, ha curato mostre, cataloghi e opere incentrate sulla documentazione e i disegni di artisti realizzati a Roma tra XVI e XVII secolo.

Il programma della presentazione è consultabile nella locandina allegata.

Documenti da scaricare