Iscrizione ed esami

Modalità d'accesso e di iscrizione

La Scuola, riservata in via preliminare agli archivisti di Stato in servizio presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, è aperta anche agli allievi esterni, previo il superamento di un esame d’ammissione.

La domanda di partecipazione all’esame d’ammissione alla Scuola va presentata utilizzando l’apposito modulo, unitamente all’autocertificazione relativa al titolo di studio.
La domanda potrà essere inoltrata:
- con raccomandata con R/R indirizzata al Direttore dell’Archivio di Stato di Roma, Corso del Rinascimento n. 40  00186 Roma, specificando sulla busta “Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica”;
- via PEC all’indirizzo mbac-as-rm@mailcert.beniculturali.it specificando nell’oggetto “Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica”;
- tramite consegna a mano alla Segreteria della Scuola, dal lunedì al venerdì, ore 10.00 - 13.00.

I 30 ammessi alla Scuola sono tenuti a regolarizzare l’iscrizione utilizzando l'apposito modulo e rispettando le tempistiche comunicate con specifico avviso.


Iscrizione al II anno

La domanda di iscrizione al II anno dovrà essere presentata in carta legale da € 16.00 e recapitata nei modi e nei termini comunicati su questo sito.

Non sono ammessi al secondo anno di studi coloro che non abbiano frequentato i corsi per almeno i 2/3 delle ore di lezione, compresi i convegni, i seminari, i workshop ed altre iniziative legate all’ampliamento dell’offerta formativa.

Nel caso si rendesse vacante parte dei 30 posti messi a concorso, potranno essere ammessi direttamente al II anno coloro in possesso dei seguenti requisiti:

- frequenza del I anno presso una delle altre 16 Scuole di Archivistica, Paleografia e Diplomatica afferenti al Ministero dei Beni Culturali;

- possesso di un diploma di specializzazione in ambito archivistico o paleografico/diplomatistico conseguito presso le università statali italiane o ad esse equipollenti, comprese quelle straniere;

- superamento degli esami di archivistica, paleografia e diplomatica presso le università statali italiane o ad esse equipollenti, comprese quelle straniere.

Esami finali di diploma

Sono ammessi all’esame finale di diploma gli studenti che hanno frequentato i corsi per almeno i 2/3 delle lezioni.

Gli esami si svolgono in un unico appello al termine del II anno ed entro il mese di luglio.

Il direttore della Scuola può decidere di fissare una sessione straordinaria d’esame da tenersi entro l’autunno successivo.

L'esame finale può essere sostenuto anche al termine del biennio successivo.

Per l'ammissione agli esami è necessario presentare alla Segreteria della Scuola un'apposita domanda redatta su carta legale.

La commissione d'esame è presieduta dal direttore dell'Archivio di Stato - che è anche il direttore della Scuola - ed è formata da un docente interno, un delegato ministeriale, un docente universitario e un dirigente delle biblioteche pubbliche statali.

Gli esami finali si articolano in due prove scritte e un colloquio orale.

Le prove scritte consistono in una trascrizione paleografica con commento diplomatico di un documento in lingua latina di età medievale ed in un elaborato di archivistica.

La prova orale verterà su tutte le materie oggetto d’insegnamento.

La votazione minima necessaria per il conseguimento del diploma è di 105/150.

La Commissione ha a disposizione da 30 a 50 punti per ciascuna delle due prove scritte.

Le prove scritte si intendono superate con una votazione media non inferiore a 35/50.

La prova orale si intende superata con una votazione non inferiore a 35/50.

La votazione minima necessaria per il conseguimento del diploma è di 105/150.