Fotoriproduzione, Autorizzazione a pubblicare, Rilascio di copie conformi

FOTORIPRODUZIONE

Dal 29 agosto 2017 (L. 4 agosto 2017, n. 124 che ha modificato l’art. 108 del Codice Beni culturali)  sono modificate le procedure di fotoriproduzione (cfr. circ.n. 33/2017  e n. 39/2017 della Direzione generale degli Archivi):

RIPRODUZIONI CON MEZZI PROPRI

E’ libera  la fotoriproduzione diretta da parte degli utenti dei pezzi in consultazione, in sala studio senza flash né cavalletti, svolta senza scopo lucro, per finalità di studio, ricerca, libera manifestazione del pensiero o espressione creativa, promozione della conoscenza del patrimonio culturale.

È possibile la fotoriproduzione diretta da parte degli utenti dei pezzi in consultazione, da effettuarsi senza flash né cavalletti.

L'utente, dopo aver effettuato le riproduzioni con mezzi propri, è tenuto a compilare il modulo in cui comunica all'amministrazione la segnatura delle unità archivistiche riprodotte.

Si avverte che i documenti già digitalizzati sono esclusi dalla consultazione e sono accessibili sulla digital library dell’Istituto all’indirizzo http://www.cflr.beniculturali.it/.  

La riproduzione di un fondo o serie archivistica integrale deve essere autorizzata. L’utente è tenuto a depositare copia digitale della riproduzione all’Istituto.

FOTORIPRODUZIONI EFFETTUATE DAL SERVIZIO DELL'ARCHIVIO

In Archivio di Stato di Roma è attivo un servizio interno di fotoriproduzione che rilascia, senza oneri di concessione ma dietro pagamento di una tariffa per la gestione del servizio: 1) Scansioni ad alta risoluzione; 2) Fotografie digitali; 3) Riversamento di scansioni da database (per le specifiche dei formati riproducibili e dei costi del servizio si veda il Tariffario).

Le richieste di riproduzione dei documenti devono essere compilate sugli appositi moduli. Il loro accoglimento è subordinato all'autorizzazione da parte della Direzione dell'Archivio di Stato e dall'esame del loro stato di conservazione dei documenti richiesti.

I lavori di riproduzione sono svolti da personale interno.

Responsabile del Servizio di fotoriproduzione: Angelo Restaino

Collaboratori: Paola Ferraris / Roberto Leggio / Antonietta Del Prete

MODALITA' DI RICHIESTA E RICEZIONE DELLE IMMAGINI

La procedura per ottenere copia digitale dei documenti è la seguente:

  1. Compilare il modulo di richiesta inviarlo all’indirizzo as-rm.foto@beniculturali.it ;

  2. Attendere il preventivo del costo del servizio richiesto, che sarà inviato all’indirizzo e-mail dell’utente entro 10 giorni lavorativi dall’invio della richiesta;

  3. Inviare all’indirizzo as-rm.foto@beniculturali.it accettazione formale del preventivo allegando copia dell’attestazione del pagamento effettuato tramite bonifico bancario o bollettino postale (per le modalità di pagamento, scorrere la pagina);

  4. Attendere la spedizione delle immagini, che avverrà tramite posta elettronica.

ATTENZIONE: le richieste fino a un massimo di 30 file saranno evase entro 2 settimane; le richieste fino a un massimo di 100 file saranno evase in 2 mesi, con tempistica da stabilire in base al carico di lavoro pregresso; richieste superiori a 100 file andranno concordate con il Servizio.

Non si effettua fotocopiatura di documenti né stampe delle riproduzioni, salvo che per copia conforme.


AUTORIZZAZIONE A PUBBLICARE IMMAGINI DI DOCUMENTI

Ai sensi della citata legge è libera la divulgazione con qualsiasi mezzo, svolta senza scopo lucro, per finalità di studio, ricerca, libera manifestazione del pensiero o espressione creativa, promozione della conoscenza del patrimonio culturale, delle immagini di beni culturali, legittimamente acquisite, in modo da non poter essere ulteriormente riprodotte. In questa categoria rientrano la pubblicazione di immagini in libri con tiratura inferiore alle 2.000 copie e prezzo inferiore a € 77,47 e in periodici scientifici, l’ esposizione in mostre ad accesso libero, pubblicazioni on line purché senza inserzioni pubblicitarie e ad accesso gratuito.


Per queste pubblicazioni occorre dare comunicazione alla Direzione dell’Archivio di Stato senza marca da bollo seguendo le indicazioni riportate sull'apposito modulo. La pubblicazione deve riportare la segnatura archivistica esatta del documento riprodotto . L’editore deve consegnare una copia della pubblicazione (sia essa in formato cartaceo che digitale) all’Archivio di Stato.

Per altre finalità e per libri con tiratura superiore alle 2.000 copie e prezzo superiore  a € 77,47 e periodici non scientifici la pubblicazione di immagini di un documento archivistico o di parte di esso, è soggetta ad autorizzazione: occorre fare richiesta alla Direzione dell'Archivio, utilizzando l'apposito modulo corredato da marca da bollo da euro 16,00. In questo caso sarà necessario versare i relativi di pubblicazione.

Il modulo, con la marca da bollo, deve pervenire in originale. Pertanto può essere inviato tramite posta cartacea oppure consegnato, in busta chiusa, all'ingresso dell'Istituto negli orari di apertura. La pubblicazione dovrà riportare la segnatura esatta del documento e la menzione "su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali" e l'espressa avvertenza del divieto di ulteriore riproduzione o duplicazione con qualsiasi mezzo.

La pubblicazione deve riportare la segnatura archivistica esatta del documento riprodotto. L’editore deve consegnare una copia della pubblicazione (sia essa in formato cartaceo che digitale) all’Archivio di Stato.


Costo dei diritti di pubblicazione


L'ammontare dei diritti per riprodurre una foto in un'edizione a stampa in una lingua è di € 51,65 per foto a colori e di € 11,00 per foto in bianco e nero (per diritti mondiali l’importo è triplicato).

MODALITA' DI PAGAMENTO DELLE FOTORIPRODUZIONI E DEI DIRITTI DI PUBBLICAZIONE

Bonifico intestato a: Tesoreria Provinciale dello Stato di Roma - capo 29, capitolo 2584, articolo 3

Causale: Archivio di Stato di Roma - Fotoriproduzione oppure Diritti di pubblicazione

dall’Italia: IBAN IT90Z0100003245425129258403

dagli altri Paesi dell'Unione Monetaria Europea: IBAN DE03500700100935640300.

pagamenti in sterline G.B.: codice swift (BIC code): BCITGB2L, codice IBAN: GB74BCIT40504501712003;

pagamenti in dollari U.S.A.: codice swift (BIC code): CITIUS33, routing number: 021000089, numero di conto: 10955134;

pagamenti in franchi svizzeri: codice swift (BIC code): UBSWCHZH80A, codice IBAN: CH060023023005414005Z;

pagamenti in dollari australiani: CHIPS UID: 004742, NATIONAL ID (BSB NUMBER): 032938, codice swift (BIC code): WPACAU2S.


Bollettino postale intestato a: Tesoreria Provinciale dello Stato di Roma - capo 29, capitolo 2584, articolo 3

Causale: Archivio di Stato di Roma - Fotoriproduzione oppure Diritti di pubblicazione

c/c n. 871012

RILASCIO DI COPIE CONFORMI

È possibile richiedere e ottenere certificazioni o copie conformi dei documenti con valore legale.

Qualora la certificazione o le copie debbano essere rilasciate in bollo, per fini amministrativi, anche la domanda deve essere presentata in bollo compilando l' apposito modulo (DPR n . 642 del 26/10/1972 e art . 3 D.M. 20 agosto 1992 Approvazione della tariffa dell'imposta di bollo.)

L'utente che richiede copie autenticate di documenti deve osservare le seguenti regole:

La domanda di richiesta deve essere redatta in carta bollata per ogni singolo documento, di cui deve essere indicata la esatta collocazione archivistica.

Sulla copia del documento devono essere applicate marche da bollo, ai sensi della vigente normativa sul bollo, nella misura di n. 1 (una) marca da bollo ogni 4 (quattro) facciate normali (formato protocollo).

Sarà cura dell'Istituto autenticare il documento fotocopiato, con l'indicazione del richiedente, degli estremi del documento riprodotto e ogni altra indicazione utile al riconoscimento del documento stesso.